AI robot non piace l'acqua

Ai robot non piace l’acqua di Philippe Ug

Con nessun libro possiamo rischiare di svelare troppo della storia e dei personaggi. Questa buona regola vale ancor di più quando parliamo di quei misteriosi e concupiti oggetti del desiderio immaginifico infantile che sono i libri pop up. Anche i bambini più indifferenti alle storie e al rito della lettura ad alta voce sono affascinati dalle forme colorate, geometriche o di fantasia, che fanno sorgere paesaggi, quinte e nuovi eroi ad ogni pagina sfogliata.

Ai robot non piace l’acqua è una piccola meraviglia di un vero artista della carta, Philippe Ug che ad una precisione ingegneristica unisce la poesia di storie che incantano i bambini e il gusto del gioco. Leggendo Ai robot non piace l’acqua incontrerete il dottor Ferraglia, nuvole e complessi meccanismi utilissimi al vostro amico meccanico.

Il robot di Philippe Ug guida la macchina ma non è incollato al libro. Il bambino può prenderlo in mano senza pericolo e trasformarlo in amico o in segnalibro speciale. Lo può portare a scuola e poi restituirlo alla sua casa rettangolare.

I libri pop up sono delicati ma vale la pena rischiare uno strappo per far innamorare di loro una bambina o un bambino. Forse romperanno qualche snodo ma non smetteranno mai di amare quei libri speciali che proiettano mondi sulle pareti, con il solo aiuto di una pila.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.