PsicoMamme.it

0

Composizioni di fiori freschi e dipinti

Elena Bottari marzo 3, 2014

Anche senza conoscere tutte le regole dell’ikebana, è possibile fare bellissime composizioni di fiori freschi per abbellire e profumare una stanza, per dare colore e allegria.
Un mazzo di lillà, fiori (meglio se viola e lilla) e foglie assieme, servirà perfettamente allo scopo. I lillà durano molto e  hanno un profumo soave e persistente.

Un mazzolino di fiori di aglio non avrà invece un gran profumo ma è bellissimo da ammirare. Di grande impatto in un vaso slanciato, senza bisogno di aggiungere altre varietà. Anche i fiori di carciofo, messi assieme alle loro foglie in un grosso vaso, sono estremamente decorativi.

Per chi preferisce la semplicità di un prato, cosa c’è di meglio di un mazzolino di papaveri e fiordalisi? I papaveri durano poco ma il loro colore è unico! Anche i ranuncoli sono delle autentiche potenze floreali. Di diversi colori o nella stessa tonalità, sono belli da soli o in compagnia. Si possono abbinare alle margherite per un effetto più naturale, ai tulipani o ai garofanini.

Garofanini rosa

Se cerchi romanticismo ed eleganza sopraffine (e hai voglia di spendere un po’ di più), perché non copiare questo bellissimo quadro di Fantin-Latour?  Gigli in un vaso a cilindro e rose in una ciotola bassa.

I fortunati che possiedono aquilegie nel loro giardino, possono aggiungere questi meravigliosi fiori che si trovano in mille colori, tra cui anche il viola intenso. Lunghi e allampanati, questi fiori alleggeriscono e slanciano.
Insomma ci si può sbizzarrire anche con iris, dafne, peonie, agapanti e…rose profumate.

Rosa profumata

Attenzione ai fiori velenosi come i mughetti, l’aconito, l’elleboro nano, la digitale purpurea. Alcuni possono portare alla morte, quindi conviene approfondire in un piccolo data base dei fiori da non “addentare” e da toccare il meno possibile. Anche il tarassaco è off limits. Le bacche in generale è buona norma non mangiarle 🙂

Se ti dispiace usare fiori recisi, puoi mettere in casa un bel vaso di menta. Quella marocchina è ancora più profumata e la puoi usare per aromatizzare un ottimo tè. Le piante aromatiche fioriscono e trasferirle in casa per un pomeriggio porta profumo e vivacità assieme.
Il salice delle capre produce bellissime infiorescenze pelose e morbidissime. Un rametto caduto può essere molto decorativo!!

Perché non trarre ispirazione dai quadri?

Odilon Redon ci insegna ad amare le composizioni di margherite, ranuncoli e aquilegie, Daniel Seghers a non snobbare quelle di rose e tulipani.

Chi invece preferisce i fiori dipinti, consigliamo di applicare una tecnica giù utilizzata da Psicomamme.it per le maschere di Carnevale. Si tratta di dipingere i propri fiori su seta o viscosa e decorare così la casa come si preferisce.

Ecco alcuni esempi
Composizione di fiori azzurri su seta

Peonie dipinte

Mazzo di fiori dipinto su seta Barbara Hewitt

Puoi trovare ottimi modelli sui libri di Silvia Giorgetti “Pittura e decorazione su seta” e  “Modelli per dipingere fiori”. Sono molto utili e ben fatti. Noi ci siamo ispirate ai suoi bellissimi disegni 🙂

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!