PsicoMamme.it

0

Cos’è la suggestione e come rimanere padroni dei propri pensieri

Elena Bottari dicembre 13, 2013

La suggestione è un fenomeno che arriva dall’esterno e incide sul nostro stato d’animo. La direzione dell’input è ciò che genera la differenza con l’autosuggestione. Entrambi i fenomeni sono forme di comunicazione, nella prima si è indotti ad una convinzione da qualcosa o da qualcuno, nella seconda ci si auto convince.

Sotto l’influsso della suggestione una persona è vulnerabile e la si può indurre verso una convinzione o un’azione senza che vi si opponga né che senta il bisogno di farlo. E’ un processo psichico che può determinare cambiamenti di pensiero anche permanenti e che induce la persona ad agire in base a suggerimenti esterni provenienti da fonti che hanno una forza emotiva maggiore rispetto al ricevente.  In pratica si perde la capacità di critica e si rimane in balìa di un fenomeno che in realtà non abbiamo ben analizzato.

Tra le forme più studiate vi è quella della suggestione indotta dai mezzi di comunicazione, la pubblicità è probabilmente l’esempio più calzante, quello che possiamo facilmente constatare sulla nostra stessa pelle. E’ esperienza comune, ad esempio, quella di  scegliere una marca su tutte senza, in verità, conoscerne le caratteristiche ma solo in conseguenza ad un condizionamento psichico. Un altro esempio quotidiano è la lettura dell’oroscopo, altra fonte possibile di suggestione; in questo caso ciò che gioca un ruolo fondamentale è la paura dell’ignoto che è la via che porta dritti dritti verso la superstizione, fenomeno per cui si attribuisce a qualcosa o a qualcuno il potere di favorire o scongiurare un evento. Se facciamo un veloce confronto possiamo notare svariati punti di contatto che vanno dalla mancanza di capacità di critica, alla spinta ad agire che arriva dall’esterno, alla mancanza di opposizione.

Questi pochi elementi, che non sono esaustivi ma solo indicativi, possono già essere utili per considerare quante sono le fonti alle quali siamo continuamente sottoposti tanto da un punto di vista commerciale quanto da un punto di vista politico e sociale che possono arrivare ad influenzare anche i comportamenti che riguardano la nostra vita privata.

La famosa aria nel Barbiere di Siviglia di Rossini che dice che la calunnia è un venticello che nelle orecchie della gente, s’introduce destramente, e le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar, parla dell’effetto dei pettegolezzi che altro non è che la suggestione. Per esperienza comune sappiamo quante persone vengono danneggiate da pettegolezzi che innescano il meccanismo del condizionamento e generano false credenze.

 

La calunnia è un venticello
Un’auretta assai gentile
Che insensibile sottile
Leggermente dolcemente
Incomincia a sussurrar.
Piano piano terra terra
Sotto voce sibillando
Va scorrendo, va ronzando,
Nelle orecchie della gente
S’introduce destramente,
E le teste ed i cervelli
Fa stordire e fa gonfiar.
Dalla bocca fuori uscendo
Lo schiamazzo va crescendo:
Prende forza a poco a poco,
Scorre già di loco in loco,
Sembra il tuono, la tempesta
Che nel sen della foresta,
Va fischiando, brontolando,
E ti fa d’orror gelar.
Alla fin trabocca, e scoppia,
Si propaga si raddoppia
E produce un’esplosione
Come un colpo di cannone,
Un tremuoto, un temporale,
Un tumulto generale
Che fa l’aria rimbombar.
E il meschino calunniato
Avvilito, calpestato
Sotto il pubblico flagello
Per gran sorte va a crepar.

Riconoscere le suggestioni è parte fondamentale del processo di consapevolezza,  pensare i pensieri (W. Bion) è probabilmente l’unica strategia efficace per scegliere ciò da cui ci vogliamo fare suggestionare.

La foto delle signore che parlano è di The U.S. National Archives

Articolo di Flavia Cavalero

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!