PsicoMamme.it

0

Costruisci un mostro ciclope di cartapesta

Elena Bottari gennaio 3, 2017

Sarà che ci piace la serie animata Trollhunters o sarà il fascino sempre vivo per i mostrilli, fatto sta che abbiamo creato un mostro ciclope con la cartapesta, seguendo la tecnica sperimentata con il busto di Charlie BrownLa parte centrale del corpo è stata modellata ricoprendo con la cartapesta una di quelle uova di plastica che spesso si trovano nelle uova di Pasqua.

Come creare gli elementi secondari ed espressivi del mostro: gambe, occhio, orecchie

  • Abbiamo realizzato le gambe con della carta di giornale ripiegata  fermata con del nastro adesivo.
  • L’occhio è ricavato da una palla di plastilina leggera tagliato a metà e colorato con pennarello indelebile
  • Le orecchie sono forme ritagliate in un foglio di polistirolo di quelli che si trovano nelle confezioni dei tablet per evitare che si rompano nel viaggio

Materiali utilizzati per fare il mostro

  • carta
  • colla vinilica
  • plastilina leggera
  • pennarello nero indelebile
  • foglio di plastica da imballaggio simile al polistirolo
  • acrilico bianco
  • tinta argentata


Con la prima fase abbiamo una forma grezza con le gambe, è importante che stia in piedi da sola. Abbonda in nastro adesivo prima e in colla dopo e magari spennellala sulle strisce di carta bagnata direttamente con una piattina, in modo che aderisca davvero bene.

Colora il mostrillo con la vernice argentata. Noi ne abbiamo trovata una che dovrebbe dare un effetto specchio ma non abbiamo ottenuto il risultato sperato perché funziona solo sulle superfici trasparenti. Con il pennarello indelebile abbiamo decorato l’occhio e disegnato la faccia del ciclope.

Gioca con gli elementi decorativi e osserva come l’espressione cambi rivolgendo la punta delle orecchie all’esterno o all’interno oppure aggiungendo denti o altri particolari al volto.


Leggi anche

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!