PsicoMamme.it

0

Giochi semplici per bambini sotto i tre anni

Elena Bottari dicembre 28, 2012
Ciao! Sei sopravvissuta al Natale? Bene!
Ora ti resta solo più da tirare avanti fino al fatidico rientro all’asilo, tra febbri, piogge, visite ai parenti.

Il Natale è la festa dei bambini ma stare a tavola per ore, prendere bacetti e pizzicotti da orde di zie, ascoltare i racconti delle sciatiche dei nonni e dell’apparecchio ortodontico delle cugine, non sempre è il massimo del divertimento, soprattutto per i più piccoli. Ora rivelerò un segreto che pochi hanno il coraggio di dire: i giochi che funzionano di più non sono giocattoli, sono oggetti recuperati o azioni interessanti che i bambini amano ripetere all’infinito.

I piccoli quasi mai apprezzano i giocattoli che sono spesso troppo grandi, troppo difficili, troppo rumorosi.
Proprio come quando sono a piede libero su un marciapiede o al giardinetto, i piccoletti vanno nella direzione opposta alla meta che devi raggiungere, allo stesso modo i bambini vogliono fare con gli oggetti quello che piace loro, non ciò per cui gli oggetti sono stati progettati.

Se vuoi assicurare un po’ di tranquillità a te e di spasso al tuo bambino sui due anni, puoi mettere in atto qualche piano diabolico ad effetto garantito:

  • metti al centro di una stanza ampia e senza troppi spigoli una scatola di cartone di quelle belle grandi che puoi trovare facilmente nei supermercati e mettici dento il pargoletto! Puoi costruire una finestra e una porta, puoi unire i lembi superiori della scatola in modo da formare un vero e proprio tetto, puoi anche decorare la casetta con la tua bambina o il tuo bambino con pennarelli atossici (poi sarà difficile spiegare che si può decorare la casetta di cartone e non quella in muratura : )
    La cosa più bella sarà distruggere tutto!!! Se sei amante del bricolage puoi sbizzarristi in ben 100 lavoretti da fare con il cartone, uno più bello dell’altro. I bambini comunque si accontentano di forme grezze, l’arredamento e il design ce li mette la fantasia : )

 

  • prendi tante noci e un cucchiaio capiente ma non troppo pesante (che non abbia il manico acuminato). Mostra a tua figlia o a tuo figlio come travasarle da un recipiente all’altro. Fate qualche esperimento musicale girando il cucchiaio in mezzo alle noci o mettendole dentro un recipiente di plastica con il tappo. I piccoli amano molto le percussioni!!

 

  • prendi dei vecchi giornali o delle vecchie riviste e dai carta bianca ai tuoi figli. Strappino in striscioline piccole, grandi, in pezzettini minuscoli o a rombi tutta la carta che vogliono! Se avete anche figli più grandi questo esercizio può essere propedeutico alla realizzazione della carta pesta o della carta in casa e farà benissimo per la famosa motricità fine!!

 

  • scova nella dispensa della vecchia pasta bucata non troppo piccola (se di pasta deve trattarsi, meglio non ingoiarla cruda!), prendi un filo di lana o di spago (più facile da gestire perché più rigido) e lascia che i piccoli provino a confezionare la loro prima collana!! Su Bigodino.it puoi trovare un articolo per fare collane di pasta “fashion” che piaceranno più a te che ai piccoletti.

 

  • recupera qualche barattolo di plastica (quelli per gli yogurt vanno benissimo), degli elastici e dei cerchietti di tessuto (se il barattolo ha un coperchio è ancora più facile, fai allegramente a meno del tessuto). Versa in un barattolo sabbia o pan grattato, in un altro pastina super fine, in un altro ancora lenticchie. Su ogni barattolo disegna il contenuto. Copri con i cerchietti di tessuto i tuoi barattoli e assicurati che rimangano chiusi usando un elastico robusto o un nastro adesivo di quelli super resistenti. Lascia che i pargoli si sbizzarriscano a suonare e a riconoscere il suono dei diversi materiali usati. Sperimenta barattoli con legnetti, semi, tappi di bottiglie, graffette e tutto quello che ti viene in mente!

Facci sapere se questi giochi hanno funzionato! Quali giochi efficaci hai sperimentato?
All’aria aperta è tutto più facile. Basta salire e scendere giù per il vialetto di un parco, salire e scendere scale, rotolare giù da una collinetta. I bambini piccoli adorano fare tutto questo e sporcarsi più che possono:) Sporcarsi è un diritto inalienabile dei bambini? Secondo noi sì!

La foto è di George Eastman House via Flikr

Articolo di Elena Bottari

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!