Il bambino sottovuoto

Il bambino sottovuoto di Christine Nöstlinger

Un bravo bambino, un bambino come si deve, liofilizzato come i nudon dei cartoni animati giapponesi, è il protagonista del capolavoro di Christine Nöstlinger, Il bambino sottovuoto. E’ una storia così bella, così piena di significati e di sfumature che in certi momenti fa quasi pensare a Pinocchio. Bisogna stare attenti a non dire troppo perché le sorprese bisogna godersele appieno e dalle parole della Nöstlinger 🙂

Un umorismo di altissimo livello condisce abbondantemente la venuta al mondo di Marius che non è proprio un burattino ma sicuramente risulta troppo perfetto per essere un bambino vero. Marius è il bambino che farebbe comodo a tutti genitori, quello a cui tutti farebbero i complimenti per il suo comportamento irreprensibile ma gli manca qualcosa.

Proprio come Pinocchio, Marius dovrà vederne di tutti i colori per conquistarsi il diritto di essere un bambino come gli altri. Pinocchio parte troppo birbante, Marius parte troppo buono per riuscire a diventare un po’ “peste”, un po’ “buono”, come tutti i piccoletti hanno il diritto di essere. I suoi bizzarri genitori adottivi dovranno trovare una quadra.

Nell’eventualità -per noi non auspicabile- che il nostro prodotto non risponda alle Sue esigenze, sia così gentile da rispedircelo a giro di posta e franco di porco: consideri naturalmente che in questo caso, per ovvi motivi igienici, il barattolo potrà essere restituito solo se intatto e sigillato

Il bambino in lattina è una merce prodotta dalla Fabbrica dei bambini sottovuoto. A differenza dei bambini “veri”, lo si può rispedire al mittente.

I bambini in scatola sono tutti maneggevoli e fatti per dare ai genitori felicità e benessere. Sono rigorosamente testati per essere dotati, ordinati, ubbidienti, puliti, discreti però… hanno bisogno di affetto oltre che delle cure basilari.

Avere a che fare con Marius non si rivelerà tuttavia così semplice e solo un ottimo gioco di squadra e l’esempio della piccola Kitti permetteranno a Marius di affrancarsi dall’ imprinting ricevuto in fabbrica.

Un libro da non perdere, piacevolissimo e illuminante sia per i bambini che per i genitori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.