Maschera Daredevil pile

Lavoretto di Carnevale: poncho e maschera di Daredevil

Visto il freddo dilagante, abbiamo pensato di usare il nostro lavoretto di Carnevale di oggi per aumentare un po’ le armi difensive contro il Signor Inverno. Ipotizzando che Doctor Iverno sia cattivo, chi meglio del focoso Daredevil per combatterlo? Ecco quindi in soccorso un provvidenziale poncho di pile e una maschera per giocare.

A casa nostra l’omettino rosso con i cornini si chiama Basil, non si sa bene perché, ma piace un sacco. Quindi total look in rosso e cappellino cornuto-orecchiuto sono la tendenza dominante di questa stagione carnevalesca 🙂
Visto che qui non è che si cucia proprio benissimo, abbiamo preso ispirazione dall’idea semplice ed efficace di Vita Frugale e ritagliato, in pochi minuti, un poncho in pile, spartano ma caldissimo.

Se il cucito è la tua passione e hai un po’ di tempo da dedicare a questa impresa, ti consigliamo anche di dare un’occhiata a questa bella idea trovata su Paneamoreecreatività.

Per il cappello-maschera abbiamo fatto una semplice calottina dello stesso colore e dello stesso materiale (non si butta via niente), inserendo due elementi triangolari.
Abbiamo scelto la bidimensionalità ma, se preferisci il 3d, puoi creare due cornini piramidali ripieni di imbottitura sintetica, cuciti al rovescio e inseriti tra le punte di stoffa. Puoi trarre ispirazione dal nostro cappello con le orecchie da coniglio 🙂
Servono sei triangoli isolsceli di pile da cucire al rovescio (tre per ogni orecchio) e da riempire di imbottitura.

Se vuoi rimanere fedele al modello Marvel, lascia il cappello molto lungo e facci due buchi all’altezza degli occhi, altrementi puoi realizzare un più pratico cappello, magari con un piccolo bordo arrotolato. Se la cuffia non sta ferma, puoi ritagliare e cucine assieme due striscioline di stoffa da assicurare all’interno della calotta e allacciare sotto il mento. Non è proprio ortodosso ma fa un po’ Zorro, che non guasta mai.

Ecco degli altri spunti giocosi e creativi per travestirsi:

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.