PsicoMamme.it

0

L’uomo albero di Massimiliano Frezzato

Elena Bottari giugno 5, 2017

In un luogo senza tempo abita l’uomo albero che se ne sta seduto sulle rovine di un castello, con la schiena coperta di funghi e mille uccellini tra i rami. Un topolino bianco, inseguito da un rapace affamato, trova riparo tra le sue radici e lì scopre qualcosa che cambierà la sua vita. L’albero offre protezione e ombra, regala i suoi frutti  e il suo sguardo dolce sembra sempre rivolto al cielo o a qualche verità profonda. Non degnerà di risposta re e soldati e rimarrà imperturbabilmente se stesso attraverso le ere e le alterne fortune topesche. Animali del tutto umanizzati si fanno la guerra e rivendicano il fazzoletto di terra in cui il nostro eroe è solidamente radicato, sordo alle “ragioni” dell’uno e dell’altro. I piccoli topini crescono, i regni si avvicendano ma ci sarà sempre un uomo albero sulla collina.

L’autore, che abbiamo incontrato al Salone dl Libro, ci ha fatto una dedica sulla nostra copia di L’uomo albero disegnando il topino intento ad ammirare le stelle. Sarà che forse il re topo abbia imparato l’eternità dal maestro vegetale?

Le tavole a corredo della storia sono epiche! Il protagonista è un po’ curvo ma imponente, la dolcezza è la sua caratteristica. La verticalità arrogante del castello non ha le solide radici dell’albero mansueto, la cui permanenza sulla terra è destinata a dare buoni e duraturi frutti.

L'uomo albero di Massimiliano Frezzato

L’uomo albero è una filastrocca illustrata sulla ciclicità del tempo e sulla vittoria della natura sull’uomo. Vecchio e nuovo si avvicendano nonostante tutto e il cerchio della vita si disegna a livelli che le lotte di potere e le meschinità umane non intravedono nemmeno.

Massimiliano Frezzato dedica questo bel libro a suo padre e a sua figlia.

Leggi altre recensioni:

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!