PsicoMamme.it

1

Come scegliere giocattoli sicuri

Elena Bottari ottobre 8, 2012

Consigli per un Natale senza brutte sorprese

Caro Babbo Natale, sono stato molto buono e per regalo vorrei …  in genere la lettera continua con l’elenco di una serie di giocattoli.

Fin da piccolissimi, i bambini mostrano segni di grande affezione ad un oggetto particolare. Il classico orsetto di peluche o la copertina, in psicologia, sono definiti oggetti transazionali, nel senso che agevolano il passaggio da una totale unione con la madre e da un mondo fatto solo di se stesso, a un primo distacco e al non–me.

I bimbi piccoli esplorano la realtà anche e soprattutto attraverso il gioco.

L’attività ludica è estremamente importante per lo sviluppo dei bambini, è infatti un mezzo che permette di conoscere se stessi, gli altri e il mondo circostante.  Permette inoltre di accedere alla dimensione simbolica, sviluppa la creatività, anticipa la realtà, ed è connesso all’apprendimento.

Attraverso il gioco i bambini sperimentano, imparano a compiere azioni per tentativi ed errori in un ambito libero, dove sbagliare non solo è concesso, ma può risultare anche divertente.

E’ un’attività che insegna a rispettare le regole, a stare in relazione e a confrontarsi con gli altri ed è altamente significativa per lo sviluppo del bambino.

Il mercato oggi presenta una tale varietà di oggetti, che non è facile scegliere quale acquistare. La pubblicità influenza le richieste dei nostri figli, noi siamo spesso combattuti tra giocattoli tecnologici e non.
La prima qualità che deve avere un giocattolo è la sicurezza.

Quando acquisti giochi per bambini sai quali sono le caratteristiche che ne garantiscono la sicurezza?

  • Acquistare giocattoli con marchio CE (il produttore garantisce che è conforme alle norme applicabili in materia di sicurezza dell’UE). Attenti a non confondere il marchio dell’Unione Europea con quello che indica la provenienza cinese del giocattolo!
  • Leggere tutte le avvertenze e le istruzioni
  • Evitare i giochi alimentati da presa elettrica
  • Verificare le parti staccabili, specialmente se il giocattolo è per un bimbo di età inferiore ai 36 mesi
  • Scegliere la dimensione a seconda dell’età del destinatario seguendo la regola dell’inversamente proporzionale: bambino piccolo, giocattolo grande
  • Occhio anche ai materiali con cui sono realizzati

La Commissione europea ha presentato un  video che informa sull’acquisto di giocattoli sicuri e sul loro corretto utilizzo.

Giochi da costruire in casa con i tuoi bambini

Facciamo finta che io sia…

Qualche vecchio vestito, qualche trucco, qualche accessorio e il gioco è fatto: facciamo finta che io sia la mamma che va a fare la spesa, facciamo finta che io sia il papà che va a lavorare, facciamo finta che io sia la maestra …

Fare la torta

Trafficare con le pentole è divertente! Se poi possono usare anche la farina è il massimo. Una semplice torta margherita da fare e cucinare insieme che finirà sulla tavola, una vera delizia.

La pasta di sale

Serve una tazza di sale, due di farina e acqua quanto basta. La pasta ottenuta si potrà modellare a piacere e, una volta cotta in forno, si potrà anche colorare. Se volete provare una variante da non cuocere ecco la migliore ricetta per una pasta di mais a prova di bimbo.

Bamboline di carta da vestire

Si tratta di un gioco universalmente adorato dai bambini perché permette di trasformare una bambolina, cambiandole abiti ed accessori. Ogni partecipante al gioco può “animare” la propria bambola e possono nascere infinite storie, a patto di avere voglia di “fare finta”.

Se vuoi altri “spunti creativi”, visita i nostri consigli “fai da te” da realizzare assieme ai bambini.

Se ti interessa il tema dei giochi leggi i nostri articoli su

Foto di Psicomamme

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Comments (1)

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!