PsicoMamme.it

0

Omaggio a Pinocchio

Elena Bottari gennaio 23, 2017

Pinocchio è più di un libro, più di una storia universale, è un mito moderno che contiene segreti infiniti e infinite verità. Come accade per molti racconti per bambini, sono soprattutto i grandi a doverlo leggere. Perdersi nei simboli e nelle dure realtà evocate da questo romanzo di formazione tutto particolare, da questa storia piena di metamorfosi e rifiuti, avventure e colpi di scena, aiuta a capirsi meglio.

Se poi hai voglia uscire dal libro e metterti a lavorare di cartapesta per dare forma al tuo Pinocchio, ecco come abbiamo fatto e come puoi fare anche tu. L’esercizio consiste nel lavorare metaforicamente di sgorbia (l’attrezzo che usano gli scultori lignei per realizzare le loro opere) e scavare fino a portare alla luce il burattino che è in noi. Quale scena della vita di Pinocchio ti ha colpito di più? C’è da pensarci con attenzione.


Pinocchio con le orecchie da asino, che un po’ ride un po’ si dispera assieme a Lucignolo nel Paese dei balocchi, è un’immagine fortissima che Carlo Collodi ha collocato prima della tragica completa trasformazione in somari dei due malcapitati.

Bisogna lavorare la carta appallottolata per darle la forma delle orecchie e del naso. Tutto andrà fermato e attaccato con il nastro adesivo o biadesivo per rendere più salda l’unione delle parti. Conviene assicurare il naso in modo più saldo, servendosi di una porzione di stecchino da spiedini da infilare nel viso e lungo il naso, in mezzo alla carta.

La tecnica utilizzata è quella di creare la struttura con la carta e il nastro adesivo e poi ricoprirla di cartapesta.

Le meravigliose illustrazioni di Massimiliano Frezzato per Pinocchio sono fonte d’ispirazione per la faccia del Pinocchio che vedi qui. Grandi occhi, grandi orecchie da asino, lungo naso.

Come colorare la testa di Pinocchio?

Gli strumenti da usare sono:

  • vernice bianca
  • matita
  • tempera
  • pennelli
  • pennarelli
  • spugna

Fasi della colorazione

  1. stendere uno strato di vernice bianca e aspettare che si asciughi
  2. disegnare la faccia a matita
  3. colorare gli occhi con i pennarelli
  4. colorare il viso con un colore che richiami vagamente un legno dolce o il ciliegio
  5. colorare i capelli
  6. disegnare il sorriso con il pennarello
  7. dare il colore alle orecchie picchiettandole con una spugna imbevuta di tempera, in modo che sembrino un pelose

Ora tocca a te!

Se ti piace il fai da te creativo, prova anche

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!