PsicoMamme.it

0

Rischio e volatilità

Elena Bottari novembre 18, 2016

Di cosa parliamo quando affrontiamo il tema del rischio in finanza? Stiamo alludendo al concetto di volatilità, la cui etimologia ci suggerisce l’idea di qalcosa che può prendere il volo e andarsene. La parola volatilità è applicata agli investimenti (beni mobili o immobili) o ai soldi messi sotto il materasso. Il denaro che abbiamo in tasca non ha sempre lo stesso valore, dipende dall’inflazione e quindi dal potere d’acquisto che la moneta ha in un certo momento storico e dalla svalutazione, la variazione al ribasso (il deprezzamento del tasso di cambio della moneta di un paese rispetto alle monete straniere). Una casa pagata a caro prezzo negli anni ’80 e venduta oggi è stata esposta ad una notevole volatilità. In questo periodo ci sono molte case in vendita e  può anche succedere di non riuscire a vendere un immobile. In questo caso si ha una gravissima perdita dell’investimento. Anche l’oro, i diamanti e i quadri d’autore hanno una loro fluttuazione dei prezzi e quindi un rischio di volatilità.

Il rischio, in termini economici, è la possibile di volatilà del rendimento. Esistono diversi indici per analizzare il rischio di un investimento in rapporto al suo rendimento. In generale, maggiore è il rendimento, maggiore il rischio perché, soprattutto in finanza, nessuno ti regala niente. Quando riceviamo consigli di acquisto relativi a investimenti ad alti tassi di rendimento, ci viene chiesto di assumerci un grosso rischio. I bond Argentina davano alti profitti perché comportavano altissimi rischi, doveva essere chiaro che la probabilità di perdere molto o tutto era alta. Se uno Stato fallisce, ovvero dichiara bancarotta proprio come un’azienda o una banca, è difficile che i piccoli investitori risultino in cima alla lista dei creditori. A rischio 0 si associa rendimento 0 ma tra questo e lanciarsi in pericolose operazioni ce ne passa!!

Bisogna poi ricordare che frequenti operazioni di compravendita erodono il rendimento perché hanno un costo che non va sottovalutato.

Come si tutela il proprio porfolio di investimento?

  • differeziando l’investimento
  • informandosi non solo sui costi ma anche sui rischi di ogni investimento
  • rivolgendosi a consulenti validi
  • non uniformandosi al “sentito dire”

Cos’è il rendimento?

Il rendimento è il tasso di interesse reale o l’utile previsto di un certo investimento alla sua scadenza (l’interesse reale tiene conto dell’inflazione ed è il tasso di interesse che dobbiamo sempre chiedere a chi ci prospetta un investimento.

Come individuare un consulente finanziario serio?

  • Verificare la sua iscrizione all’Albo Unico dei Promotori Finanziari
  • Diffidare da frasi preconfezionate e da una descrizione incompleta dell’investimento o troppo pubblicitaria (alcuni promotori spingono i pacchetti per i quali ricevano commissioni maggiori)
  • Valutare anche consulenti finanziari indipendenti oltre che le SIM (società di intermediazione mobliliare) e le società di gestione di risparmio SGR (società di gestione di risparmio)
  • Valutare la capacità di ascolto e di personalizzazione della proposta di investimento che deve essere di ampio raggio e prevedere soluzioni alternative a seconda delle preferenze del cliente (in base alle sue esigenze di liquidità a medio e lungo termine e alla sua naturale propensione verso una formula o verso un’altra)
  • Pretendere un’ampia panoramica sui rischi e una visione consapevole dell’attuale incertezza dei mercati
  • Non sottoscrivere investimenti di cui ricevete informazioni vaghe o non esaustive, dovete sapere cosa state comprando. Se nemmeno il professionista con cui state parlando è in grado di spiegarlo in modo semplice e chiaro lasciate perdere!
  • Chiedere subito un quadro chiaro dei costi di consulenza e di gestione del patrimonio finanziario
  • Chiedere documentazione cartacea e un ragionevole tempo di riflessione utile anche a chiedere altri pareri

Informati anche su:

Muchley, Robert, Artist, and Sponsor Federal Art Project. The Fly Is as Deadly as a Bomber!!. [Philadelphia, pa.: war services project, between 1941 and 1943] Image. Retrieved from the Library of Congress.

 

 

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!