PsicoMamme.it

0

La scatola del teatro: gioco creativo sulla scenografia

Elena Bottari settembre 30, 2013

Prendendo ad esempio la bellissima scenografia in miniatura del Piccolo Lord, addocchiata in un laboratorio della Fondazione Bottari Lattes, ci siamo cimentati anche noi nell’impresa di un gioco creativo basato sul teatro, assieme ai bambini.

Questo l’esempio, (meraviglioso!)

piccolo-lord-personaggi

piccolo-lord-dettaglio

Questo il nostro più modesto risultato 🙂

scenografia-robot-alieno

Avevamo ritagliato tanti diversi soggetti ma, alla fine, quelli che funzionano di più, sono i robot e gli alieni 🙂

Ritagli
A seconda dell’età dei bambini si possono fare cose più complicate e d’effetto, come le quinte o sfondi strutturati su piani diversi, con profondità di campo da teatro vero (uno sfondo con finestra che dia su un paesaggio e simili effetti di allungamento della prospettiva).

La scatola del teatro può essere realizzata dipingendo di nero una scatola per scarpe oppure assemblando pannelli neri semi-rigidi con l’aiuto di chiodini o spilli.
Si possono anche ricavare due finestre sui lati, a cui applicare un foglio di carta da lucido, per far entrare la luce in modo più naturale sul palcoscenico 🙂
Si possono inoltre posizionare faretti come quelli natalizi sulla scena, insomma ci si può sbizzarrire.

Gli attori possono essere:

  • disegnati dai bambini e incollati sul cartoncino ripiegato alla base (così stanno in piedi)
  • ritagliati da giornali o riviste e incollati su cartoncino nero
  • messi sul palco così come sono (se l’attore è un pupazzetto o una figura di gomma come quelle che i bambini adorano)

Materiali per la scatola del teatro:

  • scatola da scarpe
  • cartoncino nero
  • colla vinilica
  • ritagli di giornale
  • un ritaglio grande per lo sfondo

A voler fare le cose per bene, incollando un magnete sotto i piegi del personaggio, si potrebbe farli muovere a piacere con l’aiuto di un’altra calamita.
A voler fare le cose benissimo si potrebbe scrivere una vera e propria pièce teatrale, con i personaggi, le battute, il coro, la colonna sonora e organizzare bellissimi spettacoli. E’ un gioco infinito!!
Alfred Jarry, surrealista e grande uomo di teatro, ha iniziato così 🙂

Se il teatro ti affascina, leggi

Articolo e foto di Elena Bottari

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!