Torino Comics riapre con molta voglia di giocare

Torino Comics è un’enorme sala giochi, una discoteca, un teatro immersivo, un mercato di giapponeserie e fumetti ma soprattutto è lo spazio dei giovani. Ragazze e ragazzi non sono invitati, questo salone è loro e ci vanno senza bisogno che la scuola li accompagni. Sarebbe un errore pensare che si tratti solo di un’evasione fine a se stessa, molti sono i workshop organizzati dalla Scuola internazionale di comics e da Event Horizon, scuola di arti digitali.

Colore e fantasia dominano incontrastati. Giovanissimi cosplayer visitano gli stand e posano per i fotografi, i volontari di Giocatorino insegnano le regole dei giochi da tavolo, scacchisti si sfidano seduti ad un tavolo mentre poco più in là si giocano tornei videoludici e gli ultraquarantenni vagano alla ricerca di più rassicuranti chine d’autore.

La manualità è ben rappresentata, che si tratti di disegnare dal vero o su supporti digitali. Ago e filo, modellazione, disegno, pittura sono ingredienti importanti, apprezzati dai ragazzi.

Gli stand di appassionati fan delle saghe fantascientifiche e di modellismo sono molto creativi!

Dietro una statuetta e dietro ai costumi dei cosplayer c’è moltissimo lavoro e una buona dose di sperimentazione.
Creare delle orecchie da elfo in lattice potrebbe rivelarsi un’ardua impresa senza questi calchi in gesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.