PsicoMamme.it

0

Uomini e geni: la medicina dell’individuo

Elena Bottari novembre 7, 2017

Nel mese della prevenzione del carcinoma mammario, una delle neoplasie più diagnosticate nelle donne, RSalute (Repubblica Salute) organizza un evento a metà strada tra il reading teatrale e il talk show dal titolo Uomini e geni: la medicina dell’individuo, per sensibilizzare la società sull’importanza della diagnosi precoce in un quadro che veda il paziente come individuo dalle precise caratteristiche genetiche, fondamentali nell’elaborazione della cura. L’incontro avrà luogo sabato 11 novembre alle 10 e 30, al Museo del Risorgimento di Torino. La partecipazione sarà aperta a tutti e sarà gratuita.

RSalute sostiene attivamente la lotta al carcinoma mammario che rappresenta da solo il 30% dei tumori maligni e promuove la cultura della conoscenza sulle possibilità di cura che la medicina offre. Uomini e geni non è rivolto esclusivamente alle donne ma si indirizza alle famiglie e alle reti sociali, le più adatte a diffondere informazioni sulle abitudini più salutari e sulle prassi di monitoraggio.

Non capita spesso che il tema della malattia, grande tabù dei nostri giorni, venga affrontato pubblicamente e da un punto di vista trasversale. La diffusione di una cultura preventiva a partire dagli anni ’90 e i progressi terapeutici hanno portato ad una diminuzione della mortalità per carcinoma mammario. RSalute e Mario Calabresi, il direttore di Repubblica che sarà presente e aprirà l’incontro, intendono continuare su questa strada di consapevolezza e di informazione.

Talk show

Il Talk show sarà moderato da Daniela Minerva (Responsabile Repubblica Salute). Interverranno e dialogheranno:

  • Segio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte
  • Lucia Del Mastro, coordinatore del “Disease Management Team” del carcinoma mammario all’Irccs San Martino-IST di Genova
  • Paolo Marchetti, direttore Oncologia Medica dell’Ospedale S. Andrea di Roma
  • Mario Melazzini, direttore AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)
  • Giorgio Scagliotti, direttore del dipartimento di Oncologia all’Università di Torino

Reading teatrale

Neri Marcorè condurrà il pubblico lungo le pagine della grande letteratura dedicate alla salute e alla malattia.  Leggerà estratti da Lev Tolstoj, Luigi Pirandello e Molière.

Ecco il comuncato:

UOMINI E GENI. LA MEDICINA DELL’INDIVIDUO

La Repubblica e RSalute, sabato 11 novembre 2017 alle ore 10,30 presso il Museo del Risorgimento a Torino, presenteranno “Uomini e geni. La medicina dell’individuo”. L’incontro, aperto al pubblico, sarà un’occasione per parlare di salute, di sanità, di medicina, di malattia.

L’individuo al centro della scena, con il suo sentire, e con la sua unicità di essere
umano.

Le nuove frontiere della genetica mostrano alla medicina degli orizzonti impensabili fino a poco tempo fa. L’individualità della malattia nasce proprio da questo. Ognuno di noi è diverso, con un proprio DNA, e diverso è il reagire al male. Anche la medicina, aiutata dalla genetica, ha come obiettivo futuro quello di tracciare un profilo di terapia ad personam. I malati si assomigliano, ma non sono uguali.
L’incontro “Uomini e geni. La medicina dell’individuo” ha dunque come scopo, quello di promuovere un’idea innovativa: rendere protagonista l’esperienza individuale che ognuno di noi ha con la sua malattia, ripensandola in maniera più completa.

Nel corso della mattinata, oltre a vari incontri con esperti, l’attore Neri Marcorè tratterà il tema affrontato leggendo dei brani presi da testi di Molière, Pirandello e Tolstoj. All’evento parteciperanno anche: Mario Calabresi, Sergio Chiamparino, Lucia Del Mastro, Paolo Marchetti, Mario Melazzini e Giorgio Scagliotti.

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!