PsicoMamme.it

0

Orsetto fai da te. Il più dolce amico in panno lenci. Scopri come realizzarlo!

Elena Bottari febbraio 26, 2014

Un dolce, irresistibile orsetto fai da te in pannolenci è qualcosa che tutti dovrebbero avere 🙂
Grandi e piccoli. Sta in una tasca. Te lo puoi portare alle riunioni della mega azienda, in bicicletta, in canoa, al parco.
Capita che salti in mente  il pallino di confezionarne uno per un compelanno, per una festa speciale, per un dente caduto e, se anche tu ti vuoi cimentare in questa impresa, ecco come riuscirci e quel che ne è saltato fuori.

orsetto-fai-da-te

Per realizzare questo amoricchio di orsacchiottino servono:

  • carta velina o normale (se vuoi fare una cosa più spartana) per realizzare il cartamodello
  • forbici da sarta
  • spilli
  • pannolenci del colore che preferisci
  • ago e filo da ricamo
  • imbottitura sintetica

Fasi della realizzazione

  • disegno
  • ritaglio delle forme in pannolenci  (davanti e dietro dell’orsetto) e della forma in imbottitura con l’aiuto del cartamodello
  • ricamo di occhi, bocca, naso e unghioni
  • cucitura dei tre strati con punto festone

Ecco le diverse fasi di realizzazione, illustrate per immagini

Il concetto è:

  1. ritagliare due orsetti di panno e uno di imbottitura
  2. fare una specie di tramezzino (due sagome colorate di pannolenci come “panino” e una di imbottitura come ripieno)
  3. ricamare il volto dell’orsetto sul davanti
  4. cucire il tutto con il punto festone avendo cura di mantenere l’imbottitura ben inserita tra le due forme colorate

E’ stato bellissimo vedere nascere questo adorabile orsetto 🙂
Ti va di provare?

Se cerchi altri spunti leggi

 

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Archiviato in:

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!