Sabrina Audisio psicoterapeuta a Torino

Sabrina Olivieri, psicologa psicoterapeuta ci parla di improvvisazione teatrale

Sabrina Olivieri è una psicologa psicoterapeuta ma è anche un’attrice amatoriale che si sta ora cimentando con la tecnica dell’improvvisazione teatrale. Nella gestione dei gruppi di parola o dei gruppi di formazione può risultare molto utile fare ricorso all’immedesimazione teatrale o all’improvvisazione.
Aiuta a mettersi nei panni degli altri, serve a “togliere la maschera” o ad indossarne una diversa. Recitare aiuta a rompere il ghiaccio e a ridimensionare la propria ansia da prestazione 🙂
Interpretando un copione o una semplice traccia, mettiamo in movimento la nostra fantasia e il nostro corpo, ci mettiamo in gioco davvero. Mettersi in gioco, insomma, significa giocare (non a caso “jouer”, in francese, significa giocare ma anche recitare), non rischiare tutto in un va o la spacca distruttivo!!

Sabrina Audisio tecnica teatrale

Semplici attività come muoversi nello spazio, riconoscersi, fare semplici esercizi con i palmi delle mani, ci aiutano ad uscire da noi stessi e a ritrovare una spontaneità spesso sepolta.
Sabrina ci ha parlato del corso che sta seguendo al Teatro Sequenza e delle modalità in cui le performance di improvvisazione hanno luogo. Si tratta di una gara tra due squadre in cui il pubblico assegna i soggetti e vota. Non ci si può rifiutare di improvvisare, insomma qualcosa bisogna tentarla ma sempre in uno spirito di allegria e imprevedibilità che è forse il fascino di questa disciplina.

Quando ci liberiamo dal peso del “dover fare” secondo copioni prestabiliti e in base all’immagine che abbiamo di noi stessi, raggiungiamo uno stato di leggerezza e di distacco dai problemi, a cui possiamo attingere in ogni altro momento.

E’ una pratica molto divertente e può davvero essere utile, soprattutto se il nostro problema è quello di razionalizzare tutto all’eccesso e cercare di avere sempre il controllo assoluto di noi stessi e della nostra “scena”.

Sabrina sogna di usare questa grande risorsa con i gruppi di adolescenti o con i pazienti psichiatrici e ci ha parlato dall’illustre esempio di Mario Buchbinder con le maschere, in un celebre seminario internazionale che ha lasciato tutti incantati.

Ecco il video della nostra chiacchierata con lei 🙂

Da uno spunto all’altro, andiamo avanti a indagare su psicologia e possibili suoi fortunati incontri con altre discipline.
Se vuoi raccontarci la tua esperienza, scrivici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.