PsicoMamme.it

0

5 Fantasmi per un Halloween da… urlo

Elena Bottari ottobre 18, 2013
Da Casper a Beetlejuice, gli spiriti sono nel nostro immaginario e lo sono ancora di più nel periodo di Halloween, adottato dai bambini come la festa più divertente dell’anno. Abbiamo disegnato per te 5 pattern di fantasmi non violenti, adatti anche ai piccolissimi.
I bambini amano parlare dei mostri, degli zombie, dei fantasmi e non pare loro vero di poter vedere anche il mondo dei grandi costellato di ragnacci schifosi, scheletri e streghe. La paura piace ai bambini, anche perché è contagiosa.
Giocare “alla paura” è spassoso perché possono lasciarsi andare ad urla ed espressioni sproporzionate. E’ un ottimo pretesto per esagerare di brutto 🙂
Serve però una mediazione dei grandi perché alcune immagini o maschere che si trovano in commercio sono davvero troppo spaventose.
Il nostro motto è: visto che tanto ci devi passare, passaci  a modo tuo, con fantasia e materiali caserecci assolutamente non nocivi e con un’iconografia in fondo dolce e rassicurante 🙂
Quindi: perché non usare la festa dei morti come pretesto per fare biscottoni a forma di fantasma?

Cinque utilizzi per i 5 fantasmi: ecco cosa fare

Se i biscotti non ti vanno, puoi creare addobbi orrorifici (ma non troppo) oppure usare gli spettri come bolla da fumetto dove scrivere i memo di turno:
  • ricordati di lavarti i denti
  • prima di andare a scuola controlla di avere la testa…sulle spalle
  • hai fatto i compiti per domani?
  • se vuoi che la strega non ti porti il carbone, rimetti i tuoi giochi nello scatolone

Con il fimo puoi costruire dei bellissimi fantasmini orecchino o spilla o dei magneti personalizzati 🙂

C’è davvero da sizzarrirsi!

Puoi infine decorare pigiami e camicie da notte bianchi con i fantasmini oppure realizzate una tovaglia di Halloween partendo da un pattern come questo, che sembra dirti “A me gli occhi…”

Fantasma ipnotico

 

Se hai ancora voglia di bricolage, prova i nostri orecchini di Halloween!!

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!