PsicoMamme.it

0

Capire aree e perimetri delle figure bidimesionali partendo dal rettangolo

Elena Bottari febbraio 12, 2018

Le formule imparate a memoria non sono la soluzione per chi non riesce proprio a ricordarsele. Proviamo ad appiccicare le fredde formule alle forme e a capire perché nel calcolo del perimetro capiti di moltiplicare per due e nel calcolo dell’area di dividere per due. Tutto ha inizio dal rettangolo come Erica Varoni, amante della matematica, ha fatto notare illustrando questo metodo altenativo per assimilare i concetti della geometria piana.

Memo su perimetro e area

  • il perimetro corrisponde alla lunghezza del contorno di una figura geometrica piana, avente quindi due sole dimensioni ed è uguale alla somma dei lati. Il perimetro delle forme regolari, che hanno tutti i lati uguali, si calcola facendo lunghezza del lato*numero dei lati.
  • l’area è lo spazio occupato dalla forma, la superficie di una figura geometrica piana.
  • l’area di un triangolo è sempre la metà dell’area di un rettangolo con la stessa base e la stessa altezza

Il perimetro del rettangolo è (base + altezza)*2 , lo si capisce facilmente osservando il disegno qui sotto. I lati opposti del rettangolo sono uguali ed è per questo che la somma di base e altezza va raddoppiata per ottenere il valore del perimetro. L’area del rettangolo si calcola facendo base*altezza.
Il triangolo inscritto nel rettangolo è isoscele. Ha come base la base del rettangolo e ha due lati uguali. Il perimetro si calcola facendo base+(lato*2). Se prendiamo invece in considerazione il triangolo equilatero, sarà sufficiente applicare la formula lato+lato+lato o lato*3 per arrivare al perimetro.
L’area di ogni tipo di triangolo si calcola facendo (base*altezza):2, eliminando quindi lo spazio non appartenente al triangolo inscritto nel rettangolo, avente base e altezza uguali a quelli del triangolo.

Il trapezio scaleno ha tutti i lati diversi, il perimetro va quindi calcolato sommandoli tutti. Nel caso del trapezio isoscele, il perimetro si calcola facendo base maggiore+base minore+(lato*2).
L’area del trapezio è [(base maggiore+base minore)*altezza]:2. Perché diviso 2? Perché altrementi si calcolerebbe il rettangolo formato dall’incastro di due trapezi identici, come mostrato nel disegno.
Il rombo ha tutti i lati uguali, quindi il perimetro si calcola facendo lato+lato+lato+lato ovvero lato*4.
Per calcolare l’area del rombo bisogna partire dalle sue diagonali che, non a caso, sono uguali alla base e all’altezza del rettangolo in cui il rombo è inscritto. La formula (diagonale maggiore*diagonale minore):2 acquista senso se vista da questa prospettiva.

Il parallelogramma è un rettagolo inclinato. Il perimetro si calcola facendo base+(lato*2). Il lato non coincide con l’altezza come nel caso del rettangolo. L’area del parallelogramma si calcola facendo (base*altezza):2
Il quadrato ha i lati uguali, quindi il perimetro si calcola facendo lato+lato+lato+lato ovvero lato*4.
L’area del quadrato si calcola facendo lato*lato ovvero lato alla seconda o al quadrato. Perché? Perché i lati del quadrato sono uguali e quindi anche base e altezza si equivalgono.

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!