Carolina Grosa Don Chisciotte

Carolina Grosa illustra il progetto Don Chisciotte di Vivo Libro

Don Chisciotte lo seguiamo con una certa attenzione, ovunque vada e comunque si travesta. Lo ritroviamo in una bellissima illustrazione che farà da poster ufficiale all’edizione di Vivo Libro dedicata dalla Fondazione Bottari Lattes al nostro cavaliere preferito, qui per nulla triste o immalinconito. Carolina Grosa, di cui puoi ammirare la produzione sul blog Carotina’s Lab, ne è l’autrice.
Carolina Grosa illustrazione Don Chisciotte

Chisciotte, in armatura d’ordinanza e cavallo a dondolo, appare qui come un lettore appassionato. Giganti, mulini a vento, castelli e leggiadre fanciulle si materializzano dal libro mentre un uccellino tormenta la piuma del cimiero del cavaliere, scambiandola forse per un verme. Il vessillo di Don Chisciotte della Mancia sventola in alto, oggi come nell’ormai lontano XVII secolo di Cervantes.
Colori naturali, di terra, erba e porpora, compongono la palette di questa allegra rappresentazione del cavaliere errante che è anche un omaggio alla lettura. Quest’opera, selezionata assieme ad altre realizzate dagli studenti dello Ied di Torino, sarà visibile a Monforte d’Alba in occasione di Vivo Libro, da lunedì 25 a domenica 31 maggio 2015.

Grazie alla Fondazione Bottari Lattes, alla Fondazione teatro ragazzi e giovani e all’associazione Mus-e, sarà possibile vivere in prima persona l’opera di Cervantes: l’intero paese sarà trasformato in libro vivente, con spettacoli teatrali, laboratori e attività per bambine e bambini.

Vi abbiamo già parlato di questa iniziativa quando è stato il turno di Marco Polo e di Il giro del mondo in 80 giorni.
Squadra vincente non si cambia e staremo a vedere come i tre attori che hanno interpretato i viaggi di Marco Polo e di Mr Fogg si spartiranno i ruoli del Don Chisciotte, sotto la guida della regista Luigina Dagostino. Azzardiamo un’ipotesi che vede Dughera vestire i panni del protagonista, Lascar quelli di Sancho e Martore alle prese con il ruolo di Dulcinea del Toboso ma chissà, il teatro può sempre sorprendere e tutti gli attori sono così bravi da potersi scambiare le parti 🙂

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.