PsicoMamme.it

0

Creme e belletti senza trucchi, grazie! Le regole dei prodotti cosmetici

Flavia Cavalero luglio 20, 2014

Dal 2013 la normativa europea che disciplina i prodotti cosmetici afferma che ”I prodotti cosmetici sono sostanze o miscele di sostanze destinate ad essere applicate sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero, unghie, ecc.), oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei.”
Questa definizione separa e distingue chiaramente questo tipo di prodotti da altri, ad esempio dai farmaci e dai prodotti per l’alimentazione. Come per questi ultimi (e per molti altri prodotti) è prevista, e resa obbligatoria, la presenza dell’etichetta che viene giustamente definita come una sorta di carta di identità attraverso cui il consumatore viene informato sulla composizione della merce.

Le indicazioni sul contenitore devono essere apposte in caratteri indelebili, facilmente leggibili e visibili.

L’etichetta dei cosmetici deve indicare:
• il nome o la ragione sociale e l’indirizzo della persona responsabile del prodotto;
• il paese di origine dei prodotti importati;
• il contenuto al momento del confezionamento, espresso in peso o in volume;
• la data limite di utilizzo del prodotto cosmetico, stoccato in condizioni adeguate;
• le precauzioni per l’impiego, anche per i cosmetici di uso professionale;
• il numero del lotto di fabbricazione o il riferimento che permetta di identificare il prodotto;
• l’elenco degli ingredienti, ovvero qualsiasi sostanza o miscela usata intenzionalmente nel prodotto durante il processo di fabbricazione.
A tutto ciò, che è solo un riassunto divulgativo di quanto la legge prevede nei particolari, vanno aggiunte alcune precisazioni, in modo particolare per quanto riguarda la data di scadenza.
Purtroppo non abbiamo l’accortezza di tenerne conto come invece facciamo con altri prodotti.
La data di durata minima del prodotto cosmetico, è indicata con la dicitura “da usare preferibilmente entro …”. Se necessario, tale indicazione è completata precisando anche le condizioni da rispettare per garantire la durata indicata. L’indicazione della data di durata minima non è obbligatoria per i cosmetici con durata minima superiore ai trenta mesi. Per questi prodotti è riportata un’indicazione (PaO Period after Opening – periodo dopo l’apertura) relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore.
Questo avviene perché si presume che il contatto con l’ambiente possa alterare le caratteristiche del prodotto nel tempo, ad esempio può essere favorita la contaminazione microbica.
Il PaO è indicato con il simbolo di un vasetto aperto su cui è apposta la durata in mesi del prodotto dopo l’apertura, scritta in cifre, seguita dalla lettera “M”.
Alcuni prodotti sono esentati anche da questa indicazione e sono quelli ch epossono per le loro caratteristiche di composizione, durare a lungo ( ad esempio le creme depilatorie, le tinte per i capelli, i profumi)

Il decalogo della sicurezza dei prodotti cosmetici

• non acquistare prodotti cosmetici che non abbiano l’etichetta
• leggi l’etichetta dei cosmetici
• rispetta le regole di conservazione indicate
• richiudi bene i contenitori dopo aver utilizzato i prodotti
• non utilizzare un cosmetico che emana un cattivo odore o ha cambiato colore e/o consistenza
• non condividere con altre persone i tuoi prodotti personali (creme, mascara, rossetti)
• cura l’igiene degli strumenti che usi per truccarti (pennelli, spugnette …)
• se ti accorgi di aver fatto uso di prodotti cosmetici scaduti sarà sufficiente lavarsi bene con acqua, ma nel caso di reazioni cutanee consulta un dermatologo
• i prodotti per il sole potrebbero perdere la loro caratteristica protezione ai raggi solari, è quindi sconsigliato riutilizzare  quelli dell’anno precedente. Al ritorno dal mare, per non sprecarli, puoi continuare ad utilizzarli come crema per il corpo
• se soffri di allergia al nickel sappi che è presente in quasi tutti i cosmetici, cerca dunque quelli che non lo contengono

Se invece vuoi creare da te una maschera di bellezza, dai un’occhiata ai nostri consigli!! Si tratta di composti che si possono anche mangiare 🙂

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Flavia Cavalero

Psicologa psicoterapeuta torinese, scrive articoli specialistici e approfondimenti su sogni, psicoterapia e dintorni. Si occupa di psicologia dell'abbigliamento e disturbi dell'apprendimento. Collabora a progetti internazionali legati al tema del consumerismo.

Flavia Cavalero

Ultimi post di Flavia Cavalero (vedi tutti)

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!