PsicoMamme.it

0

Segni, simboli, colori e pubblicità

Flavia Cavalero gennaio 8, 2016

Come ben sappiamo non tutto passa attraverso la logica e il ragionamento, ma esistono fenomeni molto importanti che ci raggiungono attraverso altri canali: segni, simboli e colori. Ci sono quindi elementi simbolici che hanno un valore aggiunto che supera quello che essi stessi rappresentano e, spesso, utilizziamo alcuni elementi (segni) per riferirci ad altri significati (simboli). Ad esempio un tavolo, in quanto “segno” è un oggetto costituito da un asse e da quattro gambe; lo stesso oggetto, in quanto “simbolo”, rappresenta la convivialità, la stabilità, l’unione, la condivisione, eccetera.
Questo fenomeno vale anche per i colori, giochi di luce che percepiamo e che partecipano a rendere la nostra vita meravigliosa. Ogni diversa cultura associa ai colori alcune emozioni, ne sono testimonianza molte espressioni popolari:

  • Feeling blue = essere depresso
  • Arrabbiato nero = molto arrabbiato
  • La vie en rose = essere ottimisti

La pubblicità è sicuramente l’ambito in cui l’uso dei colori non è mai casuale ed è sempre fortemente collegato alle emozioni che intende suscitare e questo vale anche per la pubblicità del cibo. Ad esempio, avete mai notato che:

  • Quando il messaggio si riferisce alla natura (cibo naturale, cibo bio, cibo sano) abbonda il verde?
  • Quando il messaggio si riferisce al legame tra cibo e salute, abbonda il bianco?

I colori in pubblicità sono un vero e proprio codice di comunicazione; ecco qualche chiave di lettura possibile.

  • Nero colore della notte e delle tenebre ci conduce verso ciò che è misterioso. E’ il colore maggiormente usato per indicare eleganza e sensualità ed è molto utilizzato per pubblicizzare prodotti di lusso, come sfondo da cui emerge per contrasto qualunque altro colore.
  • Bianco si collega immediatamente alla limpidezza, alla pulizia e all’innocenza. E’ molto utilizzato in pubblicità per sottolineare la purezza del cibo e la presenza di caratteristiche positive e “pulite” di un prodotto, ad esempio con i cibi light. Insieme al verde è il colore più usato per rappresentare la genuinità dei cibo.
  • Giallo rimanda al sole, alla luce: evoca allegria, ottimismo e pensiero creativo. Questo colore è molto sfruttato dalle pubblicità per i cibi energetici e per gli integratori alimentari.
  • Verde ricorda i prati e la natura, simboleggia la crescita ed è considerato un colore rilassante. L’immediata associazione con la natura lo rende il colore ideale per pubblicizzare cibi sani e naturali. E’ il colore più diffuso dopo il blu.
  • Blu riporta al cielo e al mare, comunicando immagini positive suscita fiducia, armonia e lealtà. Nelle tonalità scure viene associato a pubblicità rivolte al pubblico maschile (fateci caso, è molto usato come sfondo per liquori), nelle tonalità più chiare è usato in modo particolare per quei prodotti che inducono calma e relax o che fanno riferimento alla famiglia (una nota casa di pasta italiana ne ha fatto il suo colore base).

 

  • Sfumature di bluRosso è il colore della vivacità, rimanda al fuoco, al sangue alla passione, al potere, al calore, all’amore, alla passione e alla gioia. E’ molto utilizzato per attirare l’attenzione e i produttori della bibita americana più famosa del mondo lo sapevano bene.
  • Viola è conosciuto come il colore degli angeli, indica regalità e classe. E’ spesso definito come un colore affascinante e misterioso e tra i tanti colori è quello che evoca maggiori suggestioni: saggezza, intelligenza, conoscenza, umiltà, temperanza, potere, ricchezza, lussuria, ambizione, stravaganza, ma anche indipendenza, creatività, mistero e magia. E’ utilizzato anche nelle sue declinazioni: pervinca, lavanda, lilla che evocano romanticismo. E’ ancora considerato un colore “particolare” ed è tutt’oggi bandito da alcune superstizioni. Molto utile se l’intento è quello di stupire, come ha deciso di fare una famosa azienda di cioccolato presentando una mucca di questo colore.
  • Arancione è il colore del divertimento, dell’estroversione, della felicità e dell’allegria. È la scelta giusta per pubblicizzare i prodotti connessi con l’energia ed il vigore, ad esempio per le bevande energetiche.

Leggi anche

 

 

The following two tabs change content below.

Flavia Cavalero

Psicologa psicoterapeuta torinese, scrive articoli specialistici e approfondimenti su sogni, psicoterapia e dintorni. Si occupa di psicologia dell'abbigliamento e disturbi dell'apprendimento. Collabora a progetti internazionali legati al tema del consumerismo.

Flavia Cavalero

Ultimi post di Flavia Cavalero (vedi tutti)

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!