PsicoMamme.it

0

Il Giro del mondo in 80 giorni: il nuovo sortilegio visionario della Fondazione Bottari Lattes

Elena Bottari maggio 9, 2013

Dopo l’avventura di Marco Polo, evocato in carne ossa e racconti grazie alla magia del teatro, il mondo intero farà capolino a Monforte d’Alba dal 20 al 27 maggio, grazie alla sfrenata fantasia di Jules Verne e della Fondazione Bottari Lattes, promotrice delle arti e della curiosità della scoperta nei bambini di ogni età. Il Giro del mondo in 80 giorni sarà un’avventura davvero “immersiva”, molto meglio di un videogioco! Basta avere l’ardire di avventurarsi in Langa 🙂

Sarà un giretto che ne vale molti, in ogni continente. Bastimenti, locomotive a vapore, giungle e deserti ti aspettano assieme a foreste di broccoli. Victoria station, il porto di Suez, Malabar Hill ti accoglieranno con giochi e avventure che farebbero impallidire Harry Potter. Non ci sono dissennatori da sconfiggere ma continenti da attraversare e una scommessa da vincere.

Ogni giorno alle 10 gli artisti accoglieranno i bambini che si metteranno in cammino e incontreranno personaggi, scenari e mezzi di trasporto reali e immaginari con i quali percorrere l’avventura di Mr. Fogg.

In Piazza Umberto I, trasformata scenograficamente nella stazione ferroviaria di Londra, Victoria Station, gli strilloni annunceranno la folle scommessa di Phileas Fogg, gli allibratori punteranno sulla riuscita o meno dell’impresa e un capostazione consegnerà ai bambini il passaporto utile per il viaggio, che inizierà in trenino. La terrazza della Fondazione è la pagoda indiana Malabar Hill, dove i bambini potranno partecipare all’atelier Una foresta di broccoli, curato dalla designer Tiziana Redavid, che permetterà loro di giocare con frutta e verdure da tutto il mondo, in modo creativo e fantasioso (ogni giorno alle 11).

Molte sono le tappe che li attendono nel minimondo riprodotto a Monforte, città che per una settimana diventa fantastica, con artisti di strada, truccabimbi, giocoleria e sculture di palloncini.

Ma il viaggio non si ferma qui, prosegue in pittura, con gli 83 magnifici acquarelli realizzati da Elio Rizzo, le cui tele sono presenti anche al Centro di arti Akhnaton del Cairo, alle Esposizioni d’Arte Internazionale di Arles, all’Atelier ad Alessandria d’Egitto, appositamente per questa rassegna. I lavori di Elio saranno visibili lungo le strade di Monforte e all’interno della Fondazione Bottari Lattes. E’ un’occasione da non perdere per ammirare opere di alta illustrazione. Amiamo gli acquarelli e questi sono molto belli!

Sono ben quattro gli spettacoli teatrali curati dalla Fondazione TRG Onlus, interpratati da Elena Campanella, Claudio Dughera, Gabriele Filosa, Daniel Lascar e Claudia  Martore, con il supporto tecnico di Agostino Nardella. Attori che abbiamo in parte già conosciuto con gli spettacoli Marco Polo e il viaggio delle meraviglie e L’albero dei regali di cui abbiamo già parlato su Torinobimbi.

Ecco alcune delle ricchissime attività previste nel programma Il giro del mondo il 80 giorni, realizzate con la collaborazione della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, con Mus-e

Un piroscafo carico di…
(tutti i giorni in piazzetta Cavour alias piazza Ghibli; durata 15’)
Al Porto di Suez, in Egitto, tra viaggiatori, marinai, capitani di navi e mercanti potreste trovarvi nella condizione di dover imparare a fare qualche lavoretto. E non solo… per viaggiare è necessario conoscere diverse lingue di vari Paesi. Quindi, sarà utile imparare alcune frasi fondamentali in inglese, francese, cinese, arabo, indiano e altre ancora per poter proseguire insieme il viaggio.

Caccia al giro
(tutti i giorni in piazzetta Cavour alias piazza Ghibli; durata 15’)
Quante sono le tappe del giro del mondo in 80 giorni? Scopriamolo insieme in un gioco interattivo, a sfondo geografico, utile a individuare, all’interno del planisfero, il percorso di questa fantastica avventura. Si gioca a squadre. Ogni squadra dovrà guidare il proprio capogruppo a collocare le bandierine che rappresentano le tappe
del viaggio.

Il Giro del Mondo in 80 giorni
(tutti i giorni in Auditorium Horszowski alias piazza Bengala; durata 60’)
In questa storia il londinese Phileas Fogg e il suo appena acquisito cameriere francese Passepartout tentano di circumnavigare il mondo in soli 80 giorni, per vincere una scommessa, contro i compagni del Reform Club, di 20.000 sterline. Phileas Fogg e Passepartout accompagneranno grandi e piccini attraverso terre lontane e luoghi misteriosi. Ma non sarà un viaggio tranquillo. Chissà quali trabocchetti studierà l’ispettore Fix per ostacolare l’incredibile impresa!

Tutti i giorni, nella la Terrazza della Fondazione Bottari Lattes alias Malabar Hill, si tengono i laboratori a cura dell’Architetto Tiziana Redavid.
L’atelier porta i bambini a sperimentare, attraverso il metodo sensoriale e attraverso il gioco, la natura come stimolo all’immaginazione. Il laboratorio cerca di dare indicazioni minime, spunti, suggerimenti per far lavorare insieme i bambini tra loro, ma anche con i grandi e con gli insegnanti.
Il bambino è invitato a fare delle scelte in maniera indipendente e a trovare così il suo piccolo cammino verso la libertà.

Leggi il programma di Vivo Libro 2015, dedicato a Don Chisciotte

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Archiviato in:

Lascia un Commento

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!