PsicoMamme.it

0

Rime chiaro-scure di Chiara Carminati, Bruno Tognolini e Pia Valentinis

Elena Bottari aprile 17, 2014

Ci sono libri di poesie per bambini che meritano la P maiuscola e le corone di alloro: Rime chiaro-scure è proprio uno di loro 🙂
Chiara Carminati, Bruno Tognolini e le belle illustrazioni di Pia Valantinis tratteggiano le luci e le ombre delle stagioni e della vita. In un mondo di immagini sovrailluminate, fa bene al cuore posare gli occhi su queste pagine disegnate.

E’ un libro in bianco e nero, tratteggiato finemente e i disegni a coppie dialogano molto proficuamente!

Rime chiaro scure la sveglia

Sulla copertina, un pinguino si specchia nel proprio opposto. Le loro zampe si toccano, come due alberi nati dalla stessa radice.
Il chiaro compensa l’oscurità delle tante differenze tra chi vede il positivo e il negativo di una stessa cosa. Si può, leggendo, cambiare punto di vista e capire perché a qualcuno piace quel che noi detestiamo.

Così, le Rime del mondo: molto chiarificatrice la parola fratello, analizzata da una bellissima coppia di componimenti

Fratello è ramo che nasce di lato

Sorella è foglia che cresce al mio fianco

Insieme siamo uno sguardo stellato

Insieme siamo il respiro del branco

 

Fratello è limite al mio mezzo mondo

Sorella è termine al mio mezzo gioco

Mai tutto intero, mai fino in fondo

Tutto più povero, tutto più poco

Piccole immagini “zen” mostrano lo yin e lo yang di ogni cosa, la luce e l’ombra (intesa proprio in modo junghiano).

Le Rime di tempo fanno altrettanto

Com’è difficile vivere ad agosto

Per chi come me non va in nessun posto

Resto a squagliarmi lo sguardo e il respiro

Pensando agli amici che viaggiano in giro

 

Ma nell’agosto, sentro il suo vuoto

Nel nulla giallo dove io nuoto

Dove ilpresente sta fermo in vacanza

Io non lo vedo ma il futuro danza

E le Rime di coppie chiudono in bellezza con filastrocche come queste che parlano coppie opposte o forse no: penna e computer, dolce e salato, dentro e fuori, prosa e poesia.

Le idee sono sorgenti, il fiume è travolgente

Parolche che ti scorrono in mano e nella mente

Descrivono e raccontano, si frangono in cascate

Di frasi e di paragrafi, parentesi allagate

Intrecciano le storie, i luoghi e i sentimenti

Li fondono con forza di rapide e correnti

Trasportano le vite raccolte dalle rive

Di chi ne scolta il flusso, ed ascoltando scrive

E tutto questo fiume ha solo come argini

Il letto della oagina e il bianco dei suoi margini

 

Come onde sono i versi

Che si spengono alla rima

Quando arrivano sono persi

Mentre il mare è sempre prima

Velieri, insetti, uccelli e fiori accompagnano bacchette magiche, leoni e coltelli. Simboli e parole vanno a braccetto, specchiandosi gli uni nelle altre.

Leggi anche

The following two tabs change content below.

Elena Bottari

Fondatrice di Psicomamme.it e giornalista pubblicista, mi interesso di psicologia e temi sociali. La creatività e le storie sono la mia passione. Mi piace scrivere di progetti interessanti che spaziano dall'editoria al teatro. Dopo la laurea in lingue e un master in comunicazione e tecnologie multimediali del Corep, ho lavorato dieci anni in un ufficio stampa. Ho due figli, troppi computer e una dolce metà alacremente impegnata a curare i siti della concorrenza.

Elena Bottari

Ultimi post di Elena Bottari (vedi tutti)

Archiviato in:

Lascia un Commento

Scelti da Psicomamme

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!