La messa in forma del piattino

Ciondoli, orecchini e piattini in terracotta a forma di foglie e di fiori

L’erbario è un ottimo modo per conservare foglie e fiori e per ammirarli anche in inverno ma c’è un’altra soluzione per circondarsi di primavera e, perché no, anche indossarla sotto forma di gioielli fatti a mano realizzati in terracotta. I gioielli d’ispirazione botanica sono un classico che ha conosciuto il massimo fulgore nell’Art Déco. Ognuno ha le proprie piante del cuore: foglie e fiori sono l’ingrediente fondamentale di questo progetto, assieme alla creta. Il principio realizzativo di ciondoli e piatti botnici è quello dei biscotti. Si stende uno strto di creta con il mattarello sopra un foglio di carta da forno e poi si stampa sulla creta, direttamente con le foglie.

La foglia viene pressata nella creta con leggere passate di mattarello e poi si ritaglia la forma con il cutter o con un coltello affilato. Le foglie più efficaci per quest’impresa sono le foglie di fico, di vite, di acero e di filodendro ma anche le foglie di ginkobiloba, celebri elementi decorativi liberty e le foglie di ortensia non scherzano.

 

Materiale da usare per realizzare i ciondoli foglia

  • 1 chilo di creta
  • mattarello
  • foglie
  • cutter

Ricordati di lavare bene tutti gli strumenti metallici perché la creta li fa arruginire  velocità supersonica! Bisogna mettersi al lavoro indossando vestiti sacrificabili perché le macchie di creta vanno via con grande difficoltà. Le foglie più grandi sono perfette per diventare portaoggetti o piattini, basta posare la foglia ancora collocata sull a carta da forno in un piattino fondo. Si asciugheranno assumendo la curvatura del piatto e saranno adatti a contenere piccoli oggetti.


Una volta ritagliati e ben essiccati (devono asciugare bene) si possono cuocere. Ecco il risultato! La terracotta rossa è bellissima e sa di antico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.